I cinema 3D sono tutti uguali o ci sono differenze ?

Sicuramente ognuno di voi è venuto a conoscenza grazie agli spot televisivi o al passaparola che nei migliori cinema esiste la possibilità di assistere alla proiezione di film in versione 3D (tridimensionale), ma allo stesso tempo molti di voi non sanno che esistono in commercio 3 tipi di proiezione tridimensionale.

In questo articolo tenterò di illustrarvi pregi e difetti dei nuovi sistemi di proiezione 3D.

News: Per i più esigenti è disponibile un nuovo articolo molto più tecnico, realizzato con l'ausilio di Pietro Clarici, esperto del settore cinema e responsabile delle due uniche strutture in Umbria capaci di proiettare con il sistema Xpand3D.

Link al nuovo articolo: Cosa si nasconde dietro ad una proiezione tridimensionale? Intervista ad un tecnico del settore: Pietro Clarici

Sistemi di proiezione:

I sistemi di proiezione 3D attualmente adottati nelle sale cinematografiche sono rispettivamente Dolby 3D, Real D e Xpand 3D.

- Il sistema Dolby 3D

Il sistema Dolby 3D rappresenta il sistema più economico di proiezione 3D ed anche il meno efficace.

Gli occhiali impiegati nel Dolby 3D dispongono di 2 lenti passive non polarizzate e lievemente colorate.

Una lente presenta un colore freddo tendente al blu mentre l'altra un colore più caldo tendente al rosso. Queste caratteristiche permettono agli occhiali Dolby 3D di far filtrare molta più luce rispetto alle lenti polarizzate o alle lenti attive, ma allo stesso tempo rappresentano il peggior difetto del sistema Dolby 3D. La diversa colorazione delle lenti, come potete osservare nella foto, comporta un notevole decadimento della qualità cromatica dell'immagine, restituendo immagini poco fedeli e talvolta poco definite, soprattutto nelle scene al buio, dove i colori risultano "impastati e totalmente alterati" compromettendo inevitabilmente la visione del film.

Il costo degli occhiali è di circa 30,00€ e dopo la visione di ogni spettacolo è obbligatorio riconsegnarli al personale addetto, il quale provvederà all'igenizzazzione e alla sterilizzazione, rendendoli così fruibili per le successive proiezioni.

I sistemi Dolby 3D permettono la visione di film con un refresh pari a 96 Hz o 144 Hz.

Una proiezione a 96 Hz (tecnicamente chiamata duble flash), prevede che 24 frame dei film vengano raddoppiati moltiplicando i 24 frame x 2 x 2, così da garantire un refresh pari a 48 Hz per occhio. Un refresh così basso comporta nello spettatore la percezione di un'immagine instabile o anche detta "sfarfallante".

Una proiezione a 144 Hz, (tecnicamente chiamata triple flash), prevede che i 24 frame del film vengano triplicati moltiplicanto i 24 frame x 2 x 2 x 2, garantendo un refresh di ben 72Hz per occhio. Le immagini in questo caso risultano decisamente più stabili rispetto alla tecnica del duble flash, favorendo una visione più piacevole e meno affaticante.

L'unico "pregio" del Dolby 3D se così possiamo definirlo, sta nei costi leggermente inferiori del proiettore rispetto a quelli impiegati nel Real D e Xpand 3D e dello schermo di proiezione il quale non richiede particolari accorgimenti.

- Il sistema Real D

Il sistema Real D si posiziona a metà strada tra il Dolby 3D e il sistema Xpand 3D.

Gli occhiali impiegati nel Real D adottano sempre un sistema passivo e sono composti da 2 semplicissime lenti in plastica polarizzate.

Il funzionamento è molto elementare; una lente permette di filtrare la luce polarizzata positivamente mentre l'altra la luce polarizzata negativamente. Il vantaggio della polarizzazione è notevole in quanto non richiedere lenti colorate come per il Dolby 3D, garantendo conseguentemente una resa cromatica ottimale. Il rovescio della medaglia sta nel fatto che le lenti polarizzate essendo piuttosto scure sottraggono luminosità alla proiezione, pertanto per garantire una luminosità adeguata i sistemi Real D richiedono proiettori molto luminosi abbinati a particolari teli di proiezione riflettenti chiamati Silverscreen.

Il costo degli occhiali è veramente irrisorio, ragion per cui molti cinema scelgono di regalarli allo spettatore senza nemmeno ritirarli.

Il sistema Real D, è in grado di proiettare a 96Hz o 144Hz esattamente come il sistema Dolby 3D.

Il costo di realizzazione del sistema Real D è decisamente superiore a quello del Dolby 3D in quanto come accennato in precedenza richiede un proiettore tecnicamente superiore al Dolby 3D abbinato ad un schermo di proiezione Silverscreen (stando ai pareri di tecnici del settore con cui ho avuto il piacere di interloquire, lo schermo Silverscreen non garantisce una luminosità pienamente uniforme, variando la sua capacità riflettente in relazione all'angolo di visione, un pò come accade con gli schermi LCD. Questa proprietà comporta che agli spettatori posti ai lati delle sale apparirà un'immagine più scura e meno uniforme rispetto agli spettatori posti al centro della sala).

- Il sistema Xpand 3D

Il sistema Xpand 3D rappresenta il meglio che possa offrire il mercato.

Gli occhiali impiegati nel sistema Xpand 3D rappresentano il massimo della tecnologia e adottano in questo caso delle lenti attive dotate di mini pannelli LCD monocromatici al posto dei semplici filtri passivi.

Il funzionamento è piuttosto complesso; gli occhiali Xpand sono in grado di interagire con lo schermo grazie ad un sensore ad infrarosso posto tra le due lenti (in foto: il sensore è quel quadratino nero posizionato sopra alla fessura del naso tra le due lenti).

Sebbene invisibile ai nostri occhi, l'intera platea è costantemente illuminata da un segnale ad infrarossi il quale permette agli occhiali di sincronizzarsi con la proiezione. Gli impulsi inviati comunicheranno agli occhiali Xpand l'attimo esatto in cui avviare il comando "toggle", il quale consente di oscurare alternativamente le due lenti LCD.

In termini di luminosità, l'Xpand 3D è leggermente migliore del Real D. Il vantaggio maggiore dell'Xpand 3D sta nel fatto di non richiedere uno schermo riflettente Silverscreen permettendo di avere un'intensità luminosa omogenea in qualsiasi posizione della sala.

Il costo degli occhiali è notevole circa 70,00€ quindi il mio consiglio è di trattarli con la massima attenzione in quanto gli addetti del cinema terminata la proiezione del film effettueranno un controllo approfondito per constatare lo stato degli occhiali, e nel caso di anomalie o danneggiamento sarete obbligati a risarcire economicamente il danno arrecato (generalmente il prezzo da risarcire si aggira intorno ai 50,00€). Per motivi igienici insieme agli occhiali Xpand vengono forniti dei kit di igienizzazione, i quali permettono di effettuare un'accurata pulizia dell'occhiale.

Il sistema Xpand 3D, come i sistemi Dolby 3D e Real D, è in grado di proiettare a 96Hz o 144Hz.

Attualmente qui a Gubbio non esistono sale che proiettano in 3D, le più vicine si trovano a:

- Foligno (i multisala Politema Clarici e Super Cinema Clarici dispongono di proiettori Xpand 3D)

- Perugia (il multisala Warner Village Gherlinda di Corciano dispone di proiettore Real D)

- Perugia (il multisala Giometti Multicinema dispone di proiettore Dolby 3D)

Importante: nuovo articolo OnLine dedicato agli appassionati di tecnologia e cinema, vi consiglio vivamente di andarlo a visionare.

ARTICOLO: Cinema e TV 3D, cosa si nasconde dietro ad una proiezione tridimensionale?
Intervista ad un tecnico del settore: Pietro Clarici

Discuti delle tecnologie 3D nel nostro forum Discussione: I cinema 3D sono tutti uguali o ci sono differenze?

topic dedicato ad AVATAR Discussione: AVATAR il 15 Gennaio 2010

Realizzazione Articolo: Cristiano Passeri